Informativa Cookie

In ricordo di un amico del TMS

“Anche se la mia esperienza in materia è davvero limitata dal poco tempo in cui corro, sento di poter dire che trail running è una disciplina che va oltre la corsa, lo spirito con cui si affronta non è quello di battere un tempo, un record personale, un pronostico prefissato, ma si ha voglia di affrontare un’avventura nella quale si dialoga con la propria forza di volontà, si gode di paesaggi meravigliosi e si respira un’aria meno competitiva rispetto alle gare su strada.

Posso dirmi davvero contento di aver corso questa fantastica gara, oggi sto preparando il mio primo ultratrail e la voglia di spostare il limite è la scintilla che innesca le mie corse.”

Riccardo Rossini

Abbiamo voluto ricordare Riccardo con le sue stesse parole, è il racconto che ho trovato sulla pagina del suo gruppo sportivo, Runners for Emergency, e questo è il secondo aspetto altrettanto importante per ricordarlo: correre con e per la solidarietà… Emergency….

Il suo racconto, pieno di entusiasmo e positività terminava anticipando il suo progetto sportivo più ambizioso: correre il Gran Trail dei Monti Simbruini…ed infatti Riccardo era già tra gli iscritti per il prossimo Trail del 30 Giugno 1 Luglio…

Riccardo dice che in un Trail lo sguardo non è tanto sull’orologio ma piuttosto su quello che ci circonda, si è parte integrante dell’ambiente, si cerca di superare i limiti ma senza improvvisare o sottovalutare, lui per primo si stava preparando meticolosamente, poi però l’imprevisto, la fatalità è dietro l’angolo e a quella poco possiamo fare..

Probabilmente per chi non sa o non conosce questo nostro mondo la frase più abusata è che chi va in certi ambienti un po’ se la va a cercare… in realtà non sa che molti di noi sono quasi maniacali nel non lasciare niente al caso: abbigliamento, calzature, alimentazione, studio dei percorsi, attrezzature, conoscenza dei territori, meteo…. ci si informa, ci si confronta, si scambiano informazioni, prova ne è il tam tam quando non si avevano notizie di Riccardo, tutti si sono mobilitati…

Siamo innamorati della vita come e forse più di altri, viviamo un contatto con l’ambiente molto intimo e profondo (le sue parole sono esemplari).

Abbiamo messo questa foto, presa dal suo profilo, perché lo ritrae nel suo ambiente dove era felice : è una foto del Medium Trail dello scorso anno, la gara di 30km, che venne a correre da noi sui Simbruini…

Vogliamo fare le nostre condoglianze a sua moglie e ai suoi due figli piccoli, tanta tristezza nel nostro cuore.

Ricorderemo Riccardo al nostro Trail, è stato un onore averti con noi.

Ciao Riccardo

I commenti sono chiusi.