Informativa Cookie

La parola ai campioni

Subiaco, 10 Gennaio 2015 – Invitati d’onore alla cerimonia di presentazione della seconda edizione del Trail dei Monti Simbruini sono stati i due vincitori (nelle rispettive categorie) della gara regina dell’edizione 2014, Emanuele Ludovisi e Tatiana Maccherini, non hanno esitato a spendere parole di soddisfazione e di elogio nei confronti della nostra gara.

Riportiamo con vero piacere i loro interventi durante la conferenza stampa, sicuri che sono questi uno sponsor quanto mai forte, efficace e veritiero nei confronti della manifestazione sportiva, dell’organizzazione e dei luoghi che la ospitano; uno sponsor che proviene direttamente da chi la gara l’ha vissuta, sofferta e vinta!

TATIANA MACCHERINI: “Ringrazio sinceramente l’organizzazione per avermi dato la possibilità di essere quì stasera; l’anno scorso mi sono iscritta quasi per caso, senza conoscere minimamente questa zona e devo dire di essere rimasta particolarmente colpita sia dall’organizzazione, che non ci ha fatto mancare niente, dai volontari disposti lungo tutto il percorso che ci hanno sostenuto in ogni momento, sia per i paesaggi e gli scenari montani che non hanno assolutamente nulla da invidiare a quelli di regioni d’Italia ben più blasonate. Penso che quest’anno parteciperò sicuramente alla gara più lunga (GTMS, ndr) sperando di fare bene come l’anno scorso. Insomma, una bellissima esperienza e la vittoria è stata solo la ciliegina sulla torta!

EMANUELE LUDOVISI: “Ringrazio per l’invito ad essere quì presente, stasera. In merito alla gara dello scorso anno ricordo che sin dalla partenza decisi di partire forte per poi adattare l’andatura ed il mio fisico alle caratteristiche del tracciato; avendo preso da subito un buon margine sugli avversari, senza il loro fiato sul collo, devo dire che in alcuni tratti è stata dura mantenere il giusto ritmo e la giusta concentrazione, ma alla fine è andata comunque bene. Per quanto riguarda l’organizzazione devo ammettere di essere rimasto veramente e piacevolmente sorpreso dall’accoglienza che è stata riservata ai partecipanti, sempre al centro dell’attenzione come in poche altre gare mi è capitato di vedere. I luoghi poi, veramente bellissimi. Nella prossima edizione sicuramente parteciperò al GTMS e spero vivamente di trovare una concorrenza agguerrita in modo da dare il giusto risalto a questa bellissima gara!”

I commenti sono chiusi.